Lardini, Anthi Vasilantonaki si presenta: “Felice di giocare a Filottrano”

Sono felice di essere rimasta in Italia e di venire a giocare a Filottrano. Aspetto tutti i tifosi al palasport”. Le prime parole da giocatrice della Lardini non nascondono l’energia di Anthi Vasilantonaki: “Sono carica, molto”. L’appuntamento è ancora distante e per il momento la 22enne schiacciatrice ellenica si gode un po’ di riposo dopo aver condotto la sua Grecia ad eguagliare il miglior risultato di sempre ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona (medaglia d’argento come nel 2005 ad Almeria, sempre in Spagna), trascinata con 104 punti personali messi a referto in 5 gare, ben 31 nel quarto di finale contro le padrone di casa della Spagna. “E’ stata un’esperienza molto bella – ammette –, è la prima volta che mi capitava di giocare questa manifestazione. Domenica sera non ero molto contenta (dopo la sconfitta in finale con la Croazia, ndr), ma a mente fredda sono felice di quanto abbiamo fatto”. L’estate con indosso il bianco e blu della Grecia porterà in dote altri quattro impegni: dal 15 al 25 agosto la nazionale ellenica affronterà quattro delle sei partite del girone di qualificazione agli Europei del 2019, contro Montenegro, Norvegia e due volte contro l’Ucraina. Giusto a ridosso dell’avvio della stagione della nuova Lardini, la quinta in Italia per Anthi Vasilantonaki. “Sono pronta per questa esperienza, sicuramente diversa dalle altre. Ogni giocatrice vorrebbe giocare sempre, ma in questi anni in Italia ho appreso tante cose da tutti e credo di essere migliorata”. Per lei c’è pronta una maglia da titolare come ricettore. “Giocare da schiacciatrice mi è sempre piaciuto, l’ho fatto un po’ a Conegliano e a Busto. E’ un ruolo in cui posso aiutare la squadra, non solo in attacco. Qualche tempo fa di Filottrano mi aveva parlato Eleni Kiosi e mi aveva detto che si era trovata benissimo”.

Attachment