Giovanili: accordo Moie e Filottrano, la B1 con una squadra under 20

Un progetto condiviso per guardare al domani. La Polisportiva Lorella Pallavolo Moie e la Lardini Volley Filottrano hanno stretto un rapporto di collaborazione per realizzare insieme la squadra con cui Moie parteciperà al prossimo campionato di serie B1 (il terzo consecutivo per il club biancorosso), che avrà come allenatore Giuseppe Nica e che per dieci dodicesimi sarà formata da atlete under 20. Si tratta di un passaggio importante per entrambe le società, che di fatto costituisce la prosecuzione naturale del VTA (Volley Territorial Accademy), il progetto mirato e focalizzato sulle categorie giovanili (dall’under 14 alla 18), avviato lo scorso anno dalla Lardini Volley Filottrano insieme ad altre realtà del territorio. “Il percorso di crescita di una giovane non termina necessariamente con l’under 18 – sottolinea il coordinatore del VTA, Francesco Leoni –, ma nel momento in cui si riesce a definire l’effettivo valore tecnico della ragazza. La società di Moie ha accolto con entusiasmo questa proposta, mettendo a disposizione la sua organizzazione e la categoria: nella squadra che affronterà il campionato di B1 confluiranno non solo le diverse atlete cresciute nel vivaio della Lardini, ma anche le under 20 del territorio che condivideranno questo progetto”. “Siamo davvero lieti di collaborare con Filottrano – ammette il presidente della Pallavolo Moie, Aurelio Mazzarini –, da sempre c’è un ottimo rapporto tra le nostre società. Ci è subito piaciuta l’idea di creare un laboratorio per le giovani in un campionato competitivo come la B1, anche per dare ulteriore vigore al nostro movimento. Quest’anno festeggiamo i 50 anni di attività della Pallavolo Moie e farlo con un progetto giovanile insieme alla Lardini Volley deve essere motivo di soddisfazione”. Sulla stessa lunghezza d’onda il direttore sportivo della Pallavolo Moie, Stefano Borgiani: “Rispetto al passato abbiamo scelto questa linea per aiutare a far crescere la pallavolo di tutto il territorio. Credo che questo progetto possa avvicinare le Marche ad altre regioni nelle quali collaborazioni come questa sono già state avviate”.

Attachment