Lardini, serata di rimpianti. Monza si impone 3-1

Monza. Alla fine resta la sensazione di aver perso un’occasione importante. La Lardini gioca una buona partita, ma esce sconfitta 3-1 dalla Candy Arena di Monza e si morde i gomiti per non aver sfruttato le situazioni di vantaggio, specialmente nel terzo set. Il Saugella Team fa la differenza al servizio (12 ace), mettendo sistematicamente sotto pressione la ricezione di una Lardini che dopo la falsa partenza nel primo set sa essere incisiva a muro (8 nel secondo set e 15 in totale) e determinata in difesa, piazzando un break importante (0-7) nel finale di seconda frazione e mantenendo il comando del terzo parziale fino al 17-18. La formazione filottranese (che non può contare sulla febbricitante Negrini) ha anche la palla del 24 pari nel quarto set, ma non la sfrutta. Inizio sparato di Monza (4-0), subito incisiva al servizio con Begic. Mitchem firma il primo punto Lardini, ma sul servizio di Dixon il Saugella Team allunga il passo, sfruttando il muro di Devetag (8-2). L’ace di Hancock (10-3) obbliga coach Nica a sospendere il gioco, ma Hancock continua a picchiare al servizio e Ortolani stoppa a muro una Lardini piuttosto fallosa (14-3). Mitchem (4 punti e il 67%) prova ad accendere la formazione filottranese (16-6), il Saugella Team ha gioco facile con Begic in attacco e Dixon a muro (19-6). A mettere il sigillo al set ci pensa Hancock con il terzo ace personale. La Lardini trova con Tomsia il primo muro in avvio di secondo parziale (0-2), la formazione di casa torna immediatamente a fare l’andatura (5-2), sfruttando le sbavature filottranesi. Dal muro (Hutinski) la Lardini trae giovamento (5-4), Tomsia impatta e dopo due grandi difese di Feliziani è Mitchem a mettere la freccia (6-7). La schiacciatrice statunitense mura il 9-10, l’errore di Begic garantisce a Filottrano due punti di vantaggio (10-12). La bosniaca si rifà al servizio (12-12), la Lardini rilancia con il muro di Scuka (12-14), tentativo di fuga subito stoppato dal muro di Havelkova. Begic rimette avanti Monza (17-16), Mazzaro a muro firma il controsorpasso (17-18), il block di Tomsia riporta Filottrano sul +2 (18-20). Il time out di Pedullà non frena una Lardini che lavora bene in difesa e a muro e che va a segno con Mitchem e poi con l’ace di Bosio (18-22). Mitchem è decisiva in attacco e a muro (18-24), l’infrazione in difesa del Saugella Team (18-25) riporta in parità il confronto. Il servizio resta l’arma in più di Monza, i due ace di Hancock lanciano le brianzole in avvio di terzo set (4-1). Scuka accorcia (4-3), il servizio di Hutinski mette in difficoltà la ricezione di casa (6-6), ma la Lardini incoccia sul muro di Monza (8-6). Il block di Bosio non fa scappare Monza, anzi Mazzaro in primo tempo pareggia e Mitchem a muro manda Filottrano sul +2 (8-10). Nel Saugella entra Loda, che trova subito l’ace della nuova parità (10-10), poi Tomsia alza due volte il muro (10-13). Pedullà cambia (dentro Balboni e Orthmann), Mazzaro e Scuka mantengono il prezioso break (13-15), Feliziani strappa applausi in difesa, Mitchem tiene a distanza Monza (15-17). Il Saugella Team ritrova la parità su un pasticcio in ricezione filottranese (17-17), Tomsia tiene avanti la Lardini (17-18), ma l’ace di Loda (con l’aiuto del net) ribalta la situazione (19-18). Il muro di Havelkova e il colpo di prima di Dixon sulla ricezione lunga lanciano Monza (21-18), Mazzaro mura il 22-20, poi Scuka buca il muro (22-21). Orthmann passa (23-21) e poi pesca il fortunoso ace del 24-21, coach Nica ferma il gioco ma il tentativo di recupero della Lardini si ferma sul muro di Devetag (25-22). Filottrano riparte dalle fast di Hutinski (1-2), la pipe di Loda porta Monza sul +2 (6-4), la Lardini lotta, ma il servizio di Orthmann la spedisce a -3 (11-8). Scuka alza il muro (11-10), Loda pesca la linea di fondo (15-12), il net “benedice” il servizio di Tomsia (15-14), Hutinski tiene Filottrano in scia (16-15). Mitchem premia la lunga rincorsa della Lardini (17-17), ma Havelkova riconsegna il break a Monza (20-18). Filottrano sbaglia (22-19), ma non molla, riportandosi a una sola lunghezza sull’errore di Loda (23-22). Il muro di Dixon frena la possibile parità (24-22), poi il servizio di Loda non inquadra il campo (24-23), la Lardini avrebbe l’occasione per annullare anche il secondo match-point ma non la sfrutta e Havelkova la punisce.

 

SAUGELLA TEAM MONZA – LARDINI FILOTTRANO 3-1

SAUGELLA TEAM MONZA: Hancock 8, Ortolani 5, Dixon 15, Devetag 9, Begic 6, Havelkova 17, Arcangeli (L); Orthmann 5, Balboni 1, Loda 6. N.e.: Candi, Bonvicini, Rastelli. All. Pedullà – Parazzoli.

LARDINI FILOTTRANO: Bosio 2, Tomsia 11, Mazzaro 7, Hutinski 8, Mitchem 17, Scuka 8, Feliziani (L); Gamba. N.e.: Agrifoglio, Taylor, Pomili. All. Nica – Quintini.

ARBITRI: Palumbo e Sessolo.

PARZIALI: 25-9 (19’), 18-25 (26’), 25-22 (28’), 25-23 (30’).

NOTE: spettatori 1.000 circa. Monza: battute sbagliate 13, battute vincenti 12, muri 12, ricezione positiva 70% (36% perfetta), attacco 39%. Lardini: b.s. 6, b.v. 2, mu. 15, ric. pos. 51% (22%), att. 31%.

Attachment